Sono causa di dissidi e contenzioso anche le tempistiche di concessione del congedo da parte dell’azienda. Il richiedente, tuttavia, non deve avere necessariamente la residenza nella stessa unità abitativa del disabile. Torna alla navigazione interna. Se il dipendente ha più figli tutti in situazione di disabilità grave, il beneficio spetta per ciascun figlio ma entro i limiti previsti e considerando comunque che questi periodi di congedo straordinario rientrano nel limite massimo globale spettante a ciascun lavoratore di due anni di congedo, anche non retribuito, per gravi e documentati motivi familiari nell’arco della vita lavorativa. Se un dipendente, beneficiario della Legge 104 [1], chiede di usufruire del congedo straordinario retribuito, gli adempimenti relativi all’amministrazione del personale aumentano e si complicano. Buongiorno, come si può richiedere l accredito diretto dall’ imps. n. 3536/2013) di Staiano Rocchina 26 febbraio 2013. Il dipendente che vuole accedere a questa misura, infatti, presenta la relativa domanda direttamente all’Istituto nazionale della previdenza sociale in modalità telematica attraverso uno dei seguenti tre canali: Una volta ricevuta la domanda da parte del dipendente, l’Inps verifica se il dipendente possiede i requisiti previsti dalla legge per ottenere il congedo straordinario. Se il provvedimento definitivo non accerta, però, la disabilità grave, si deve procedere al recupero del beneficio fruito. se si chiede per il mese in cui si prende servizio,quindi non si ha una precedente busta paga, il congedo straordinario viene retribuito? È possibile fruire del congedo straordinario anche nel periodo compreso tra la data di scadenza del verbale rivedibile e il completamento della procedura sanitaria di revisione. Évaluation ♥♥ℓ∂ℓℓ∂Pee♥ Lv 6. quanto preavviso devo dare al datore di lavoro? Così, può beneficiare dei permessi legge 104, ad esempio, chi fa parte del personale di volo delle linee aeree, del personale viaggiante delle ferrovie o dei marittimi. La madre ha diritto a cinque mesi di astensione obbligatoria dal lavoro, a cui se ne aggiungono altri sei di astensione facoltativa. Perché non vengano computati nel periodo di congedo straordinario i giorni festivi, i sabati e le domeniche, è necessaria la ripresa del lavoro tra un periodo e l’altro di fruizione. In caso di patologie oncologiche, la certificazione provvisoria è valida dopo 15 giorni dalla domanda presentata alla commissione medica integrata e resta efficace fino all’accertamento definitivo. Il diritto alla fruizione del congedo straordinario da parte del familiare non può essere escluso a priori, nei casi in cui il disabile svolga, nel medesimo periodo, attività lavorativa, pur premettendo che la necessità o meno dell’assistenza è da valutarsi caso per caso da parte del datore di lavoro … A questa regola generale fanno eccezione i genitori, anche adottivi, di figli disabili in situazione di gravità: in questo caso entrambi possono fruire del congedo straordinario per lo stesso figlio anche alternativamente. 1 Le vacanze devono essere, di regola, assegnate durante il corrispondente anno di lavoro e comprendere almeno due settimane consecutive. Ma solo nel rispetto dei Ccnl.. | © Riproduzione riservata Il rigetto dell’Inps deve essere esplicito, mentre in caso di silenzio assenso la concessione del congedo si intende perfezionata. Al lavoratore che non sia in periodo di prova compete, per contrarre matrimonio, un congedo straordinario della durata di giorni quindici di calendario. Quando può dirsi rispettato questo requisito? Si consideri che si passa da un soggetto al successivo solo in caso di mancanza, decesso o in presenza di patologie invalidanti dei primi [2]: Come abbiamo visto, quando a chiedere la fruizione del congedo straordinario siano il coniuge, il partner dell’unione civile, i figli, i fratelli e le sorelle o i parenti o affini entro il terzo grado del disabile grave la legge considera necessario il requisito della convivenza. Posso chiedere congedo per covid? In quest’ultimo caso, infatti, il datore di lavoro comunica all’Inps le giornate di congedo fruite, attraverso il flusso Uniemens. Per il congedo ad ore, il termine di preavviso potrebbe essere pari a 2 giorni. Infatti il congedo straordinario non può essere riconosciuto a più di un lavoratore per l’assistenza alla stessa persona disabile in situazione di gravità. Scrivi già oggi la lettera di dimissioni in questo modo: RACCOMANDATA A MANO . | Codice Univoco: M5UXCR1 | IBAN: IT 07 G 02008 16202 000102945845 - Swift UNCRITM1590, Supporto legale 100% online per avviare e gestire la tua attività, Questo sito contribuisce alla audience di, Richiedi una consulenza ai nostri professionisti. Il congedo per te che … Il congedo parentale è lo strumento con cui l’ordinamento permette ad un genitore di soddisfare i bisogni affettivi e relazionali del bambino quando queste esigenze sono impedite dallo svolgimento di un’attività lavorativa; consiste in un periodo di astensione facoltativa dal lavoro, retribuito solamente in determinati casi. Piuttosto, può essere l’altro genitore a prendersi il congedo straordinario biennale per un altro figlio disabile. Se i requisiti sono rispettati, l’Inps invia una comunicazione via pec direttamente al datore di lavoro il quale, dunque, si vedrà recapitare la notizia a cosa già fatta e apprenderà che, per il periodo di tempo indicato nella comunicazione dell’Inps, il dipendente sarà assente in quanto fruirà del congedo straordinario. Oppure iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Infatti il dipendente può anche optare per una fruizione frazionata del congedo. Preavviso dimissioni lavoro: durata . In particolare, l’istanza può essere inoltrata: Come precisato da un’importante circolare dell’Inps sull’argomento [3], l’istituto non è tenuto a rilasciare un’autorizzazione al lavoratore per la fruizione del congedo. Qui la sentenza: Congedo parentale e preavviso del datore di lavoro (Cass. Il lavoratore presenta la domanda di fruizione dei permessi 104 direttamente all’Inps attraverso uno dei seguenti tre canali: web – servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell’Istituto – servizio di “Invio OnLine di Domande di Prestazioni a Sostegno del Reddito”; patronati – attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi; contact center multicanale – attraverso il numero 803164 gratuito riservato all’utenza che chiama da telefono fisso e il numero 06164164 con tariffazione a carico dell’utenza chiamante abilitato a ricevere esclusivamente chiamate da telefoni cellulari. al coniuge (o unito civilmente) convivente del portatore di handicap grave; al padre o alla madre anche adottivi in caso di mancanza, decesso o in presenza di patologie invalidanti del coniuge convivente; ad uno dei figli conviventi anche adottivi in caso di decesso, mancanza o in presenza di patologie invalidanti del padre e della madre; ad uno dei fratelli o sorelle conviventi in caso di mancanza, decesso o in presenza di patologie invalidanti dei figli conviventi; al parente o all’affine entro il terzo grado convivente della persona disabile in situazione di gravità, nel caso in cui il coniuge convivente, la parte dell’unione civile convivente, entrambi i genitori, i figli conviventi e i fratelli e sorelle conviventi del disabile siano mancanti, deceduti o affetti da patologie invalidanti. Stampa 1/2016. Tempo libero, vacanze, congedo per attività giovanili e congedo di maternità / 2. Tom ha visto il suo ex datore di lavoro a una conferenza. | © Riproduzione riservata Per il 2018, i limiti degli importi accreditabili sono: Il tetto massimo, pari a 47.968 euro per il 2018, non si riferisce soltanto all’indennità a favore del lavoratore, ma è una cifra che deve essere ripartita fra indennità economica e accredito figurativo dei contributi. Nel caso di parti o adozioni/affidamenti plurimi è sufficiente compilare un’unica modello. Comunque, come abbiamo visto, esistono dei limiti: Come abbiamo visto, oltre ad avere diritto ad assentarsi dal lavoro, il dipendente che fruisce del congedo straordinario ha anche diritto ad essere retribuito, percependo a carico dell’Inps una indennità. dal sito dell’Inps, sezione Servizi per il cittadino, se si è in possesso del codice pin; dal contact center Inps Inail (al numero 803.164); è ugualmente necessario il Pin; tramite i servizi telematici dei patronati. Copy to clipboard ; Details / edit; Open Multilingual Wordnet. Per poter fruire del congedo anche in questo periodo il lavoratore deve presentare una nuova domanda. Congedo parentale preavviso al datore di lavoro passa da 15 a 5 giorni: il genitore che intende fruire del congedo non deve più rispettare i consueti 15 giorni di preavviso per comunicare al datore di lavoro la fruizione del diritto ma ne bastano 5, fatta eccezione per i CCNL che contemplano termini più lunghi. @GlosbeResearch. può rifiutarsi categoricamente un datore di lavoro per il congedo straordinario retribuito? Oppure iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Art. Diverso è dire che, comunque, anche nell’utilizzo dei suoi diritti previsti dalla legge il dipendente dovrebbe sempre e comunque ridurre al minimo l’impatto negativo sull’organizzazione del datore di lavoro. La legge, per tutelare il diritto alle cure e all’assistenza dei portatori di handicap grave riconosce la possibilità di beneficiare di un congedo retribuito, sino a un massimo di 2 anni nella vita lavorativa: il congedo straordinario. Compatibilmente con le esigenze dell'azienda, il datore di lavoro dovrà concedere il congedo straordinario con decorrenza dal terzo giorno antecedente alla celebrazione del matrimonio. È necessario che l’assistito abbia ottenuto il riconoscimento della disabilità grave dall’apposita commissione medica, perché possa essere concesso il congedo. È infatti sufficiente anche la residenza nel medesimo stabile, stesso numero civico, anche se non nello stesso interno. In particolare, l’istanza può essere inoltrata: dal sito dell’Inps, sezione Servizi per il cittadino, se si è in possesso del codice pin, dell’identità Spid o della carta nazionale dei servizi; dal contact center Inps Inail (al numero 803.164, o 06.164.164 da mobile); è ugualmente necessario il pin; tramite i servizi telematici dei patronati. Si desume, dal contenuto della circolare di cui al link precedente, che occorre dare notizia al datore di lavoro in tempo utile al fine di consentire allo stesso di avanzare all'INPS, eventuali dubbi circa la concessione del congedo straordinario biennale. Nonostante il dipendente percepisca l’indennità, non si può dire che questo emolumento sia del tutto equiparabile alla retribuzione in quanto: Il diritto del dipendente a fruire dei permessi 104 o del congedo straordinario per sé o per assistere un parente colpito da una disabilità di livello grave è previsto direttamente dalla legge e non rientra, dunque, nella discrezionalità del datore di lavoro. Se, invece, è rilasciata una certificazione provvisoria dalla commissione medica integrata, questa può essere presa in considerazione anche prima dei 45 giorni dalla domanda di riconoscimento di disabilità grave e ha validità fino alla emissione del provvedimento definitivo. L’indennità economica a cui il lavoratore ha diritto durante il periodo di congedo è a carico dell’Inps, ma viene anticipata dal datore di lavoro e recuperata con conguaglio contributivo (in pratica l’importo anticipato è scalato dai contributi dovuti dall’azienda o amministrazione, come avviene per malattia e maternità). Altre difficoltà possono sorgere quando l’aspettativa retribuita è in corso di godimento, ad esempio se il dipendente beneficiario si ammala o va in maternità. Oltre a questi permessi esiste anche la possibilità per il dipendente di richiedere un periodo prolungato di astensione dal lavoro che va sotto il nome di congedo straordinario. L’aspettativa retribuita spetta, nell’ordine, ai seguenti familiari del disabile: Non possono richiedere il congedo straordinario: Il lavoratore in congedo ha diritto a due benefici: Sia l’indennità che i contributi figurativi possono però essere accreditati, come abbiamo detto, sino a un limite massimo: vediamo ora, in relazione al congedo straordinario legge 104, i nuovi importi 2018. Non è necessario convivere col disabile per aver diritto ai permessi legge 104: i permessi vanno infatti riconosciuti anche ai lavoratori che, pur risiedendo o lavorando in luoghi distanti da quello in cui risiede di fatto la persona disabile grave, offrono al familiare portatore di handicap un’assistenza sistematica ed adeguata. Il rientro dal congedo può essere anche anticipato, con comunicazione preventiva al datore di lavoro: se durante l’assenza il dipendente è stato sostituito con un altro lavoratore assunto a tempo determinato (l’ipotesi, oggi, rientra tra le causali sostitutive, previste dall’art. I principali strumenti di tutela consistono nell’attribuzione di una serie di permessi retribuiti a ore che il disabile in prima persona nonché le persone che sono chiamate ad assisterlo hanno diritto a fruire. ουσιαστικό γραμματική . Il dipendente potrà dunque fruire del congedo a giorni interi. Effettua l'accesso compilando il modulo che trovi sulla destra e premi il pulsante "ACCEDI". 329c C. Obblighi del datore di lavoro / VIII. Il CONGEDO … Il y a 1 décennie. Si desume comunque, dal contenuto della circolare, che occorre dare notizia al datore di lavoro in tempo utile, al fine di consentire all’azienda di avanzare all’Inps eventuali dubbi circa la concessione del congedo straordinario biennale. Alla ditta Grazie mille. Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato. Il rientro dal congedo può essere anche anticipato, con comunicazione preventiva al datore di lavoro: se durante l’assenza il dipendente è stato sostituito con un altro lavoratore assunto a tempo determinato (l’ipotesi, oggi, rientra tra le causali sostitutive, previste dall’art. Il requisito della convivenza non è richiesto per i soli genitori del disabile. La Legge per Tutti Srl - Sede Legale Via Francesco de Francesco, 1 - 87100 COSENZA | CF/P.IVA 03285950782 | Numero Rea CS-224487 | Capitale Sociale € 70.000 i.v. Per quanto riguarda i figli, però, grazie a quanto disposto da una recente sentenza della Corte Costituzionale, è possibile non essere conviventi col genitore disabile al momento della domanda di congedo, se gli altri familiari legittimati all’assistenza del disabile mancano o sono impossibilitati ad assisterlo. Sono attualmente in congedo al 100% con neonata di tre mesi e primo figlio di 4 anni a casa. Come funziona per noi docenti a t.i.? Il dipendente che beneficia dei permessi mensili per assistere un disabile grave, se risiede in un comune distante più di 150 Km rispetto alla residenza del familiare assistito, deve attestare con idonea documentazione (ad esempio esibendo al datore di lavoro il titolo di viaggio) il raggiungimento del luogo di residenza del disabile. Il datore di lavoro non può negare al dipendente che ne abbia diritto i permessi 104. In alcuni casi particolari il trattamento può essere pagato direttamente dall’Inps. Vacanze / c. Continuità e data. sono ancora apprendista a 27 anni mi hanno proposto un contratto a tempo indeterminato ora lavoro nel settore artigianale. Il congedo straordinario dal lavoro, concepito al fine di consentire l'assistenza ad un familiare disabile portatore di handicap grave, è disciplinato nello specifico dal Decreto legislativo n. 151 del 26 marzo 2001, modificato dal Decreto legislativo 119/2011 art.42.