Congedo parentale e preavviso del datore di lavoro (Cass. Per il congedo ad ore, il termine di preavviso potrebbe essere pari a 2 giorni. 26 marzo 2001 n. 151 come modificato dal D. Lgs. padre o madre, anche adottivi o affidatari, della persona disabile in situazione di gravità, in caso di mancanza, il soggetto per cui si chiede il congedo straordinario deve essere in situazione di disabilità grave riconosciuta dall’apposita commissione medica integrata Asl/Inps, il soggetto per cui si chiede il congedo straordinario non deve essere in, il singolo genitore non può comunque superare, anche con riferimento a più, l’utilizzo del congedo straordinario e dei, i periodi di congedo straordinario non sono utili ai fini della maturazione delle ferie, dei, i periodi di congedo straordinario sono però coperti da. Grazie. che il lavoratore può usufruire al massimo di 2 anni di congedo retribuito nell’arco della carriera, anche se assiste più disabili; che per ogni disabile non possono essere superati 2 anni di congedo straordinario, anche tra più beneficiari. L’aspettativa è retribuita dall’Inps e dà anche diritto al riconoscimento dei contributi figurativi: il congedo straordinario è dunque un beneficio pagato dalla collettività, pertanto il suo utilizzo distorto è punito severamente. È possibile fruire del congedo straordinario anche nel periodo compreso tra la data di scadenza del verbale rivedibile e il completamento della procedura sanitaria di revisione. -In caso di rinnovo del preavviso per lavoro ridotto, tutti i dati devono essere riaggiornati.-Il datore di lavoro ha l'obbligo di fornire informazioni corrispondenti al vero (art. Il requisito della convivenza non è richiesto per i soli genitori del disabile. Grazie mille. La comunicazione e il preavviso da dare al datore di lavoro privato. Da questo importo restano esclusi gli emolumenti variabili della retribuzione entro un limite massimo di reddito che viene annualmente rivalutato secondo gli indici elaborati dall’Istat. Il congedo straordinario non è necessariamente fruito in blocco, in un unico periodo o in più periodi prolungati. A chi spetta il congedo straordinario Legge 104? In quest’ultimo caso, infatti, il datore di lavoro comunica all’Inps le giornate di congedo fruite, attraverso il flusso Uniemens. Innanzitutto per convivenza si deve intendere, in via esclusiva, il luogo di residenza vale a dire il luogo in cui la persona ha la dimora abituale. Si consideri che si passa da un soggetto al successivo solo in caso di mancanza, decesso o in presenza di patologie invalidanti dei primi [2]: Come abbiamo visto, quando a chiedere la fruizione del congedo straordinario siano il coniuge, il partner dell’unione civile, i figli, i fratelli e le sorelle o i parenti o affini entro il terzo grado del disabile grave la legge considera necessario il requisito della convivenza. Vacanze / c. Continuità e data. È infatti sufficiente anche la residenza nel medesimo stabile, stesso numero civico, anche se non nello stesso interno. | Codice Univoco: M5UXCR1 | IBAN: IT 07 G 02008 16202 000102945845 - Swift UNCRITM1590, Supporto legale 100% online per avviare e gestire la tua attività, Questo sito contribuisce alla audience di, Richiedi una consulenza ai nostri professionisti. "La Legge per Tutti" è una testata giornalistica fondata dall'avv. La legge, per tutelare il diritto alle cure e all’assistenza dei portatori di handicap grave riconosce la possibilità di beneficiare di un congedo retribuito, sino a un massimo di 2 anni nella vita lavorativa: il congedo straordinario. Non a caso l’iter che viene seguito dal dipendente per ottenere il congedo straordinario non coinvolge direttamente il datore di lavoro. Affinchè la domanda di fruizione del congedo straordinario sia accolta, devono sussistere i seguenti requisiti: Anche con riferimento al congedo straordinario si applica un principio che caratterizza i permessi 104, ossia, il principio del referente unico. È in ogni caso possibile integrare la retribuzione figurativa mediante riscatto o con versamento di contributi volontari, come confermato dall’Inps. Il modulo deve essere consegnato prima dell’inizio del periodo di congedo, sia al datore di lavoro si alla Sede INPS competente per territorio in ragione della residenza o domicilio della lavoratrice. La legge tutela in vario modo le persone affette da disabilità grave. Mi piace Non mi piace : peadp Messaggi: 1177 Data d'iscrizione: 26.12.17: Titolo: Re: Congedo straordinario Mer Mar 18, 2020 10:59 am: Le modalità per chiederlo non si sanno ancora. Il CONGEDO … La circolare Inps sull’argomento [3] non prevede un termine di preavviso, da rispettare a pena di decadenza, al fine di preavvertire il datore di lavoro del congedo. Sei già abbonato? Il datore di lavoro non ha dunque alcun potere di concedere o negare il congedo straordinario, del quale si limita a prendere atto. Tale disposizione ora prevede che “ai fini dell’esercizio del diritto, il genitore è tenuto, salvo casi di oggettiva impossibilità, a preavvisare il datore di lavoro secondo le modalità e i criteri definiti dai contratti collettivi e, comunque, con un termine di preavviso non inferiore a cinque giorni indicando l’inizio e la fine del periodo di congedo. Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato. L’aspettativa retribuita spetta, nell’ordine, ai seguenti familiari del disabile: Non possono richiedere il congedo straordinario: Il lavoratore in congedo ha diritto a due benefici: Sia l’indennità che i contributi figurativi possono però essere accreditati, come abbiamo detto, sino a un limite massimo: vediamo ora, in relazione al congedo straordinario legge 104, i nuovi importi 2018. Alla ditta Il congedo straordinario e i diritti economici ad esso legati decorrono dalla data in cui il dipendente ha presentato la relativa domanda. Come funziona per noi docenti a t.i.? A questa regola generale fanno eccezione i genitori, anche adottivi, di figli disabili in situazione di gravità: in questo caso entrambi possono fruire del congedo straordinario per lo stesso figlio anche alternativamente. Στην περίπτωση εργασίας με μειωμένο ωράριο η ετήσια άδεια ελαττώνεται ανάλογα. può rifiutarsi categoricamente un datore di lavoro per il congedo straordinario retribuito? Il congedo straordinario consiste nella possibilità – nell’arco della vita lavorativa – di essere assente dal lavoro per un massimo di due anni percependo comunque un indennizzo nella misura della retribuzione percepita nell’ultimo mese di lavoro che precede il congedo straordinario. Preavviso dimissioni lavoro: durata . Per ulteriori informazioni ti consigliamo di leggere il nostro articolo: Permessi legge 104 negati dal datore di lavoro https://www.laleggepertutti.it/260709_permessi-legge-104-negati-dal-datore-di-lavoro, Gradirei sapere per quanto riguarda il congedo se l’assistito può fare residenza presso l’assistente oppure si è obbligato a fare la residenza presso il disabile grazie a attendo risposta. quanto preavviso devo dare al datore di lavoro? Per convivenza deve farsi riferimento, in via esclusiva, alla residenza (intesa come luogo di dimora abituale della persona, secondo quanto previsto dal codice civile) e non al domicilio, né all’elezione di domicilio speciale previsto per determinati atti o affari. Il lavoro supplementare e straordinario in nessun caso può essere prestato ad iniziativa del lavoratore. Buongiorno sono un operaio dipendente di una societa di pulizie, vorrei sapere riguardo il congedo straordinario legge 104 , datosi che il mio datore di lavoro non ha ancora provveduto al pagamento dello stipendio del 10.06.19 riferendomi la societa Maca s.r.l. Per calcolare l’indennità di congedo straordinario si tiene conto della retribuzione percepita nell’ultimo mese di lavoro che precede il congedo. Se il lavoratore ha un contratto a tempo parziale, l’indennità deve essere calcolata nel modo seguente: La domanda per percepire l’indennità correlata al congedo deve essere inviata dal lavoratore all’Inps in via telematica. Si desume comunque, dal contenuto della circolare, che occorre dare notizia al datore di lavoro in tempo utile, al fine di consentire all’azienda di avanzare all’Inps eventuali dubbi circa la concessione del congedo straordinario biennale. Il congedo straordinario non può essere attribuito a: Il congedo straordinario consiste nella possibilità – nell’arco della vita lavorativa – di essere assente dal lavoro per un massimo di due anni percependo comunque un indennizzo nella misura della retribuzione percepita nell’ultimo mese di lavoro che precede il congedo straordinario. Si desume, dal contenuto della circolare di cui al link precedente, che occorre dare notizia al datore di lavoro in tempo utile al fine di consentire allo stesso di avanzare all'INPS, eventuali dubbi circa la concessione del congedo straordinario biennale. Il dipendente che vuole accedere a questa misura, infatti, presenta la relativa domanda direttamente all’Istituto nazionale della previdenza sociale in modalità telematica attraverso uno dei seguenti tre canali: Una volta ricevuta la domanda da parte del dipendente, l’Inps verifica se il dipendente possiede i requisiti previsti dalla legge per ottenere il congedo straordinario. Oggi è il 23/12/2020. In particolare, l’istanza può essere inoltrata: Come precisato da un’importante circolare dell’Inps sull’argomento [3], l’istituto non è tenuto a rilasciare un’autorizzazione al lavoratore per la fruizione del congedo. dal sito dell’Inps, sezione Servizi per il cittadino, se si è in possesso del codice pin; dal contact center Inps Inail (al numero 803.164); è ugualmente necessario il Pin; tramite i servizi telematici dei patronati. Se il dipendente ha più figli tutti in situazione di disabilità grave, il beneficio spetta per ciascun figlio ma entro i limiti previsti e considerando comunque che questi periodi di congedo straordinario rientrano nel limite massimo globale spettante a ciascun lavoratore di due anni di congedo, anche non retribuito, per gravi e documentati motivi familiari nell’arco della vita lavorativa. Il periodo di congedo, per il singolo dipendente, non può dunque mai superare i due anni. esiste dicrezionalita per la concessione del concedo straordinario da parte del datore del lavoro.grazie. c. Continuità e data. Possono sorgere delle difficoltà se, ad esempio, per lo stesso disabile grave sono già stati concessi 2 anni di congedo, se non rispetta la priorità tra i familiari aventi diritto, o se il lavoratore sfora il tetto massimo di 2 anni di assenza. Angelo Greco e iscritta presso il Tribunale di Cosenza, N.G.R 243/2016 - N.R. Sono causa di dissidi e contenzioso anche le tempistiche di concessione del congedo da parte dell’azienda. L’indennità economica a cui il lavoratore ha diritto durante il periodo di congedo è a carico dell’Inps, ma viene anticipata dal datore di lavoro e recuperata con conguaglio contributivo (in pratica l’importo anticipato è scalato dai contributi dovuti dall’azienda o amministrazione, come avviene per malattia e maternità). απόλυση . Nonostante il dipendente percepisca l’indennità, non si può dire che questo emolumento sia del tutto equiparabile alla retribuzione in quanto: Il diritto del dipendente a fruire dei permessi 104 o del congedo straordinario per sé o per assistere un parente colpito da una disabilità di livello grave è previsto direttamente dalla legge e non rientra, dunque, nella discrezionalità del datore di lavoro. Copy to clipboard ; Details / edit; Open Multilingual Wordnet. Piuttosto, può essere l’altro genitore a prendersi il congedo straordinario biennale per un altro figlio disabile. I permessi Legge 104 sono retribuiti dall’Inps, per cui è il lavoratore a doverne richiedere la concessione all’Istituto: è comunque importante che l’azienda verifichi la correttezza degli adempimenti sin dalla fase dell’autorizzazione, in quanto qualsiasi problema nella concessione del congedo potrebbe riflettersi sull’azienda. Il beneficio economico, che originariamente era stabilito dalla normativa nella misura di 70 milioni di lire, è rivalutato annualmente. Il dipendente potrà dunque fruire del congedo a giorni interi. Il datore di lavoro non può negare al dipendente che ne abbia diritto i permessi 104. Il dipendente che beneficia dei permessi mensili per assistere un disabile grave, se risiede in un comune distante più di 150 Km rispetto alla residenza del familiare assistito, deve attestare con idonea documentazione (ad esempio esibendo al datore di lavoro il titolo di viaggio) il raggiungimento del luogo di residenza del disabile. Divieto di licenziamento durante congedo parentale. La restante somma, sino a un massimo di 11.901,78 euro (ossia il 33% dell’indennità massima, corrispondente all’aliquota contributiva), è a disposizione dell’Inps per l’accredito dei contributi figurativi sui periodi di congedo. se si chiede per il mese in cui si prende servizio,quindi non si ha una precedente busta paga, il congedo straordinario viene retribuito? 98,54 euro, per l’indennità giornaliera e per la retribuzione figurativa massima giornaliera (per l’accredito dei contributi); 689,78 euro, per la retribuzione figurativa massima settimanale; 066 euro, per l’indennità annua e per la retribuzione figurativa massima annua; 968 euro, quale importo complessivo annuo. Per poter fruire del congedo anche in questo periodo il lavoratore deve presentare una nuova domanda. L’indennità è pari alla retribuzione percepita nell’ultimo mese di lavoro che precede il congedo ad esclusione delle voci che non risultano fisse e continuative. La Cassazione, con sentenza 13 settembre 2019, numero 22928, ha affermato che, anche se la fruizione del congedo straordinario per assistenza del figlio portatore di handicap è autorizzata dall’Inps, è necessario comunque fornirne notifica anche al datore di lavoro. Si desume comunque, dal contenuto della circolare, che occorre dare notizia al datore di lavoro in tempo utile, al fine di consentire all’azienda di avanzare all’Inps eventuali dubbi circa la concessione del congedo straordinario biennale. Infatti il dipendente può anche optare per una fruizione frazionata del congedo. Sono attualmente in congedo al 100% con neonata di tre mesi e primo figlio di 4 anni a casa. Angelo Greco e iscritta presso il Tribunale di Cosenza, N.G.R 243/2016 - N.R. Il diritto alla fruizione del congedo straordinario da parte del familiare non può essere escluso a priori, nei casi in cui il disabile svolga, nel medesimo periodo, attività lavorativa, pur premettendo che la necessità o meno dell’assistenza è da valutarsi caso per caso da parte del datore di lavoro … Lavoro; Permessi 104 e congedo straordinario D Lgs 151_01; Permessi e congedi; Permessi 104 - la comunicazione e il preavviso da dare al datore di lavoro nella pubblica amministrazione; In Lavoro. Dimissioni concordate e firmate: Il periodo di preavviso può essere ridotto per volere del datore di lavoro? Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato. A Ross era stato dato il congedo … Permessi 104 - la comunicazione e il preavviso da dare al datore di lavoro nella pubblica amministrazione . Congedo parentale preavviso al datore di lavoro passa da 15 a 5 giorni: il genitore che intende fruire del congedo non deve più rispettare i consueti 15 giorni di preavviso per comunicare al datore di lavoro la fruizione del diritto ma ne bastano 5, fatta eccezione per i CCNL che contemplano termini più lunghi.