secolo dell’era cristiana1. 475 - Pace con i Visigoti nella Gallia meridionale. Con il Concilio di Calcedonia, nel 451 convocato dall'imperatore Marciano venne dichiarata: pari dignità tra i vescovi di Roma e Costantinopoli. L’Oriente è ricco e può pagare l’invasore per convincerlo ad allontanarsi dal proprio territorio. In questo secolo, difatti, esse riesploderanno in tutta la loro virulenza, anche se stavolta a favore delle più antiche tradizioni politiche e sociali dell'Oriente. Assai prima della deposizione di Romolo Augustolo 29 * Articolo commissionato dal defunto prof. R. Grousset, direttore del III volume. Fu una caduta senza rumore, perché nulla Occidente e Oriente a confronto (IV secolo d.C.) Impero d’Occidente debole e povero •tasse gravose •carenza di schiavi •vasti latifondi •città spopolate ... d’occidente, Romolo Augustolo, nel 476 d.C. Al 476 d.C. si fa risalire la caduta dell’impero romano d’occidente. Verdana MS PGothic Wingdings Arial Schema intro Schema 1_Schema 2_Schema 3_Schema 4_Schema Occidente e Oriente nel V secolo Presentazione standard di PowerPoint Presentazione standard di PowerPoint Presentazione standard di PowerPoint Presentazione standard di PowerPoint Presentazione standard di PowerPoint L’epilogo si ebbe nel 1204, con la presa della capitale da parte dei cristiani partecipanti alla quarta crociata. TEODOSIO, morto nel 395, lasciava l' impero ai propri figli, ONORIO e ARCADIO. Il quinto secolo, dunque, dimostrerà come le profonde diversità tra Oriente e Occidente - pur sopite sotto secoli di dominazione romana - non siano in realtà mai state superate. * Giunti in Italia all’inizio del V secolo d.C., i Visigoti , capeggiati da Alarico, saccheggiano Roma nel 410 d.C. L’avvenimento ha una grande risonanza in tutto l’impero, specialmente negli ambienti cristiani. In questo clima di decentramento politico, nel IV secolo il primo imperatore cristiano, Costantino divise l'impero tra Occidente e Oriente, la cui capitale divenne Costantinopoli a Bisanzio. Nei motivi di differenza tra occidentali e orientali del medioevo v’è una fondamentale differenza, rispetto a quelli emersi nel V-IV sec. V secolo ... 468 - La flotta congiunta degli Imperi di Occidente e Oriente, la più grande armata navale di tutta l'antichità, viene distrutta da Genserico durante l'attacco romano a Cartagine. 1 L’«occidentalizzazione» del Medio Oriente Giovanni Sale S.I. Il termine Occidente, almeno ai nostri giorni, indica non soltanto una definizione geografica particolare (cioè l’insieme dei Paesi Europei e quelli che si estendono oltre l’oceano Atlantico, Tuttavia, il fatto che questo tema continui a tornare ciclicamente nel dibattito pubblico romeno, dopo più di un secolo dalla conversione da Oriente ad Occidente, lascia intuire che l’identità della Romania moderna soffra ancor oggi di un certo disagio nel proclamare senza riserva la propria appartenenza a modelli occidentali. Occidente e oriente tra V e VI secolo. ** Oriente e Occidente sono termini relativi, applicabili a qualsiasi regione. Agli inizi del XII secolo, Bisanzio aveva superato il momento più grave; ma l’Impero si sgretolò ancora, sotto i colpi dei Turchi ad Oriente e dei Bulgari e degli Slavi ad Occidente. Il punto di partenza non è improntato ad un grande ottimismo. Onorio ONORIO, undicenne, aveva avuto ... concessa loro da Teodosio e già nel 395 Alarico, alla testa di un'orda dei suoi Visigoti, da alleato divenuto nemico, invase la Tracia e la Macedonia e …